Foto di tramonti milanesi

Fotografare le nuvole al tramonto era la mia grande passione quando ero bambino. Ho cominciato con una compatta point and shoot di Nikon. Aveva 5.1 megapixel, ma per essere una compatta restituiva una nitidezza davvero sorprendente.

La foto qui sopra immortala un tramonto milanese, scattato con la mia prima DSLR, Canon EOS 7D con il EF-S18-135mm. Una delle poche foto che ho salvato dei miei esordi, e diciamo che la fortuna ha anche giocato la sua bella parte: con un cielo così, è veramente difficile non azzeccare lo scatto.

Regole per fotografare un tramonto

Ok, ho esagerato. Parlare di regole è un po' troppo, le nuvole rappresentano praticamente un astratto, e quindi si può scatenare la creatività. Diciamo che gran parte delle regole applicabili a un paesaggio si possono tenere in considerazione – si può ricorrere alla regola dei terzi, evitando di posizionare l'orizzonte al centro del frame.

Sicuramente potremmo trarre beneficio da un utilizzo manuale del mezzo fotografico, dato che le modalità automatiche probabilmente sballeranno sempre in eccesso o in difetto. Esposimetro e view finder funzionano egregiamente in modalità automatica per catturare ogni sfumatura del tramonto.

Mettere a fuoco un tramonto

Meno semplice di quanto sembra, soprattutto se il sole è ancora visibile. I controluce sono una delle cose che più confondono i sensori digitali. La messa a fuoco potrebbe risultare inefficace o addirittura inservibile.

In questo frangente ho trovato utilissimo l'espediente di comporre il mio frame, coprire il sole con due dita, mettere a fuoco e quindi scattare dopo aver tolto le dita da davanti alla camera. In questo modo si mette a fuoco con precisione oscurando il sole in camera, e poi lo si reintroduce un secondo prima di scattare.

Post-produzione su foto di tramonti

Non ci sono regole precise, diciamo che dovrebbe prevalere il buon senso nel recuperare il più possibile i colori che percepiva il nostro occhio durante gli scatti.

Un suggerimento che mi sento di dare è: proviamo lo split toning con blu sulle ombre e arancio sulle alte luci. Potrebbe dare buoni risultati.

Nella foto qui sotto ho accentuato il contrasto anche con i colori, saturando i gialli e i blu.

Colori meravigliosi, per un soggetto che è a disposizione di tutti!

Comment