Come si fanno le foto a fuoco?

Be, se non lo sapete non siete messi molto bene, però siete venuti nel posto giusto. Do per scontato che tutti sappiamo all'incirca come si fanno delle foto a fuoco, ma può sempre capitare di beccarne qualcuna fuori fuoco. Le cause sono molteplici, e non è sempre colpa nostra.

Una foto può essere sfocata perché

• la messa a fuoco è sbagliata;
• i tempi di scatto sono troppo lunghi;
• il soggetto si muove troppo velocemente.

Nessuno di questi motivi è banale. Vediamo perché.

Perché le mie foto sono sfocate?

Fallimento della messa a fuoco

Possiamo attribuire la colpa di una foto sfocata alla messa a fuoco automatica del nostro dispositivo fotografico. A volte. Per la verità è abbastanza raro ormai, ma succede, soprattutto se siamo in condizioni di scarsa luce, di notte o con soggetti piccoli o molto complicati. La messa a fuoco automatica ha molti problemi anche a lavorare in controluce.

In questo caso, se il problema persiste la cosa migliore è regolarsi manualmente. 
N.B.: la messa a fuoco della vostra camera o della lente potrebbe essere sfasata, è molto raro ma può succedere. In questo caso la cosa migliore è farsela sistemare dall'assistenza.

Tempi di scatto sbagliati

I cavalletti esistono per un motivo, e quel motivo è che noi umani non siamo in grado di tenere la camera ferma in mano per più di un sessantesimo di secondo. Circa, poi varia da persona a persona e a seconda della lente che usiamo. Sicuramente se avete un problema di foto sfocate e state scattando con posa di 3 secondi a mano libera, il problema non è la camera, siete voi! Un cavalletto è l'unica cosa che vi può salvare la giornata.

Soggetto in movimento

Attenzione, i tempi di scatto possono anche essere corretti per la scena che state guardando (per esempio un matrimonio), ma se poi lo sposo arriva rombando in sella a una motocicletta, ecco che i tempi di scatto vanno rivisti, o le foto verranno di nuovo mosse!

Nell'esempio qui sotto vi porto un caso interessante. Ho scattato questa foto con la Canon EOS 7D e la lente EF100mm f/2.8 L IS USM MACRO. 

1/15 f/6.3 ISO 200

Cosa c'è di speciale qui? Be, questa foto è stata scattata a mano libera, con un 100mm stabilizzato, a 1/15 di secondo! Una doverosa precisazione: questa lente di serie L è dotata di stabilizzatore; senza IS credo che non sarei potuto scendere sotto 1/60.

Quindi come si scatta
a mano libera
evitando il mosso?

Solo tanta pratica! Si tratta di conoscere bene la vostra attrezzatura, esplorarne i limiti, capire fino a che punto potete spingervi a seconda delle vostre possibilità fisiche. Abbiamo fatto questo test per gioco, arrivando a 1/15. Aumentando ancora i tempi le foto cominciano a perdere nitidezza. Sicuramente non avevo questa mano ferma quando ho cominciato, l'ho allenata e sviluppata. La cosa positiva è che allenarsi in tal senso è gratis, no?
N.B.: occhio che scattare con i tempi così bassi è figo se siamo soli a fare uno still life, se stiamo ritraendo altri esseri viventi non possiamo certo pretendere che anche loro siano allenatissimi come noi a rimanere fermi immobili durante lo scatto!

Comment