La Scala

Vi è mai capitato di guardare tutorial o partecipare a workshop in cui vi sentite dire che per fare fotografia notturna serve il cavalletto? Ormai non si sente dire altro, sembra che chiunque abbia afferrato il concetto che con poca luce serve un tempo di posa maggiore, l'unico problema è che arrivati fin li non ci si spinge oltre.

È davvero possibile realizzare le immagini che desideriamo muniti solamente di un cavalletto? Per quanto ci riguarda, la risposta è no. E non perché non amiamo i cavalletti, ma perché conosciamo i nostri polli - e per polli intendo i soggetti!

Fonti di inquinamento luminoso, oggetti indesiderati e condizioni proibitive sono, se mi passate il termine, all'ordine del giorno, quando si fotografa di notte. Ma ecco che con qualche semplice accorgimento pre e post, è possibile migliorare i nostri lavori senza ricorrere a strumentazione aggiuntiva!

Nel video che segue vi mostriamo passo a passo come abbiamo editato questa immagine del Teatro alla Scala, eliminando fondi di disturbo e migliorando il cielo, per ottenere un'immagine che nemmeno il miglior fotografo sul pianeta potrebbe realizzare con un semplice cavalletto.

Comment